Requisiti per richiedere l’anticipo TFR/TFS per dipendenti pubblici e statali

richiedere tfs tfr

Sommario

Ex lavoratori pubblici e statali, non aspettate oltre! Con l’anticipo TFS/TFR potrete ottenere la liquidazione del vostro TFR/TFS senza dover attendere i tempi di erogazione dell’INPS. Se siete in possesso dei requisiti per il pensionamento, questa è la vostra opportunità per richiedere l’anticipo TFR/TFS e avere subito accesso ai vostri fondi. Non perdete questa occasione, chiedete subito l’anticipo TFR/TFS!

Come presentare la richiesta di anticipo TFR/TFS

State pensando di richiedere l’anticipo TFS/TFR? Se siete titolari di pensione anticipata, pensione di vecchiaia o pensione tramite Quota 100, allora avete tutti i requisiti per accedere a questo finanziamento. Con l’anticipo TFS/TFR potrete ottenere in pochi mesi l’indennità che altrimenti avreste dovuto attendere dai 2 ai 7 anni. In particolare, questa opportunità è ideale per coloro che beneficiano della Quota 100 e vogliono avere subito accesso al loro TFS o TFR.

Ma attenzione! Il requisito principale per richiedere l’anticipo TFS/TFR è essere in pensione. Non è possibile presentare la richiesta prima di aver maturato i requisiti per il pensionamento, altrimenti la pratica verrà respinta.

Per quanto riguarda le condizioni del finanziamento, dipendono dalla banca che si sceglie. Le banche aderenti all’Accordo Quadro prevedono un tasso agevolato e possono anticipare fino a 45.000 euro, senza applicare altri costi. Al contrario, le banche che operano in autonomia possono avere tassi di mercato e anticipare fino al 100% del TFS/TFR, ma le condizioni possono variare. Per trovare l’offerta migliore è consigliabile rivolgersi a un consulente del credito.

Come e quando richiedere l’anticipo TFR e quali documenti sono necessari

Volete ottenere l’anticipo TFS/TFR? Potrete farlo tramite la cessione del credito che avete verso l’ente erogatore dell’indennità. Per i prestiti a tasso agevolato, c’è anche un Fondo di garanzia gestito dall’Inps che può coprire fino all’80% dell’indennità anticipata.

Per richiedere l’anticipo TFS/TFR, sia a tasso agevolato che di mercato, dovrete fornire alla banca un documento chiamato quantificazione del TFS che attesta il vostro diritto all’indennità. La quantificazione del TFS va richiesta all’ente erogatore del TFS/TFR e contiene informazioni sull’importo dell’indennità e sui tempi di erogazione. Esistono due tipi di quantificazione: quella ordinaria per i prestiti di anticipo erogati alle condizioni di mercato e quella agevolata per l’accesso al credito con prestiti di anticipo TFS/TFR a tasso di interesse agevolato.

Per richiedere l’anticipo TFR a tasso agevolato, oltre a presentare tutti i documenti, dovrete seguire l’iter stabilito dall’Accordo. Ciò richiederà l’interazione con la banca e la trasmissione di varie comunicazioni tra banca e ente erogatore dell’indennità. Di solito, l’ente erogatore è l’INPS, ma in alcuni casi può essere l’amministrazione presso cui avete lavorato.

Prestiti: ottieni fino a 75.000 €

Scroll to Top