Come ottenere l’anticipo del TFR dallo Stato: requisiti e beneficiari

anticipo tfr Stato

Sommario

Vuoi ottenere subito la liquidazione maturata in anni di servizio senza dover aspettare? L’anticipo liquidazione statali è la soluzione perfetta per te! Sia che scegliate un tasso agevolato o di mercato, con l’erogazione dell’intera indennità o un massimo di 45.000 euro, l’anticipo TFS/TFR è un’opzione vantaggiosa per gli ex dipendenti statali.

Ma cosa esattamente è l’anticipo TFS/TFR? È una forma di prestito protetta dalla cessione del diritto alla liquidazione, che mira a ridurre la differenza di trattamento tra i lavoratori del settore pubblico e quelli del settore privato. Mentre questi ultimi possono accedere al Trattamento di Fine Rapporto anche quando sono in attività, i lavoratori statali devono spesso attendere anche oltre 3 anni per ottenere la prima tranche dell’indennità.

Per quanto riguarda le condizioni applicate al finanziamento per l’anticipo TFS dipendenti statali, le banche che aderiscono al relativo Accordo Quadro applicano un tasso di interesse agevolato e possono anticipare solo fino a 45.000 euro. Mentre quelle che operano non in convenzione, ossia attraverso l’anticipo TFS statali ordinario, possono concedere fino al 100% dell’indennità ma con interessi in linea con le medie di mercato.

Beneficiari dell’anticipo del TFR statale: chi può richiederlo

Vuoi sapere chi può beneficiare dell’anticipo liquidazione statali e come funziona? Ecco tutte le informazioni che devi sapere!

I beneficiari dell’anticipo TFS/TFR sono i dipendenti statali che hanno accesso alla pensione, come i lavoratori del Ministero del Tesoro, del Ministero della Giustizia, del Ministero dell’Istruzione, degli enti scolastici, delle Forze Armate, degli enti statali di ricerca e di altri enti statali. In particolare, quando si parla di anticipazione TFS statali per dipendenti scuola sono considerati tutti i lavoratori, dai docenti al personale ATA.

Per quanto riguarda il funzionamento dell’anticipo, esso è protetto dalla cessione del diritto alla liquidazione e può essere erogato sia a tasso agevolato che di mercato. Valuta con attenzione i vantaggi e gli svantaggi delle due opzioni, e se necessario chiedi il supporto di un esperto del credito per scegliere la soluzione più adatta alle tue esigenze.

Cosa prevede la circolare dell’INPS sull’esclusione dell’anticipo TFR a tasso agevolato

Non tutti i dipendenti statali hanno accesso all’anticipo liquidazione statali. Scopri quali categorie di dipendenti sono esclusi dall’anticipo TFS/TFR a tasso agevolato.

La convenzione stabilita dall’Accordo Quadro, di cui all’articolo 23 del decreto-legge n. 4 del 28 gennaio 2019, è applicabile solo ai dipendenti statali e pubblici che rientrano in una delle seguenti categorie:

  • Dipendenti del settore statale che soddisfano il requisito pensionistico previsto dall’articolo 23 del decreto-legge n. 4/2019.
  • Dipendenti pubblici e statali che accedono alla pensione secondo i requisiti di cui all’articolo 24 del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201.

Per questo motivo sono automaticamente esclusi dall’anticipo TFS dipendenti statali a condizioni agevolate:

  • Chi cessa dal servizio senza diritto alla pensione;
  • Tutti i dipendenti statali che accedono alla pensione attraverso requisiti diversi da quelli stabiliti dalle norme citate in precedenza. In questa seconda definizione rientrano i lavoratori statali assunti presso le Forze Armate, le Forze di polizia ad ordinamento civile e militare, il Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco.

Questi specifici dipendenti statali sono esclusi dall’anticipo TFS/TFR a tasso agevolato, tuttavia possono presentare domanda per un anticipo TFS/TFR a tasso ordinario. Le banche che non hanno aderito all’Accordo Quadro per l’anticipo agevolato non sono infatti tenute al rispetto delle regole previste dalla convenzione, ma l’accoglimento della richiesta resta a discrezione dell’ente di credito.

Non aspettare oltre e scopri se hai diritto all’anticipo liquidazione statali e come ottenerlo.

 

Prestiti: ottieni fino a 75.000 €

Scroll to Top